Tinte per capelli aumentano il rischio del cancro? Verità o Bufala?

tinta-per-capelli

Le tinte per capelli moderne aumentano il rischio del cancro? A lanciare la tesi è stato il chirurgo Kefah Mokbel esperto di cancro al seno. Ma la notizia è verità o bufala?

Pochi mesi fa con un semplice tweet il chirurgo Kefah Mokbel, esperto di cancro al seno, aveva lanciato online la sua tesi che trovava una correlazione nell’aumento di rischio di cancro nelle donne che avevano utilizzato tinture per capelli moderne. Vista la fama mondiale del chirurgo questo semplice tweet aveva scatenato un vero delirio nel web. Migliaia di donne hanno cominciato a chiedersi se effettivamente utilizzando le classiche tinte che siamo soliti utilizzare avrebbero aumentato la percentuale di incappare in una malattia grave come quella del cancro.

Secondo le metanalisi eseguite da Kefah Mokbel il rischio , nelle donne che utilizzano tinte per capelli, aumenterebbe del ben 14% in più rispetto alle altre. Sempre nella sua analisi consigliava di limitare l’utilizzo a non più di 6 volte l’anno. Nessuno ha mai potuto vedere realmente questa ricerca, non essendo mai stata pubblicata su nessuna rivista scientifica.

Ma avendo creato tutto questo consiglio si è mossa l’intera comunità scientifica che ha dato esito negativo alla ricerca eseguita da Mokbel.

Cosa afferma la ricerca scientifica in merito alle tinte per capelli?

La comunità scientifica, con tanto di ricerche alla mano ha dichiarato che non si incorre in nessun rischio. Non c’è nessuna correlazione tra la possibilità di aumentare la comparsa della malattie se si utilizzano prodotti come tinture per capelli moderne. C’erano stati in passato alcuni esami e test che avevano evidenziato una possibile reazione in questo ambito. Ma si trattava di studi eseguiti su tinture per capelli di vecchio stampo ormai non più in commercio.

Sempre la comunità scientifica ha dichiarato che seppur non esiste nessun rischio per chi esegue tinte per capelli  regolarmente, si è invece accertata una possibile correlazione di un aumento del rischio di protrarre la malattia nei professionisti. Nei parrucchieri e negli addetti ai lavoratori che ogni giorno utilizzano queste sostanze chimiche anche più di una volta al giorno.

Si sconsiglia comunque l’utilizzo di tinte per capelli durante periodi di chemioterapia. Unicamente per la possibilità di riscontrare problemi dermatologici. Durante questo periodo infatti il corpo è più debole e sensibile, può perciò reagire in modo più fragile davanti all’utilizzo di alcune sostanze.

capelli tinti

Perchè tanto interesse verso le tinte per capelli?

L’interesse della comunità scientifica verso le tinture per capelli nasce dagli ingredienti al suo interno. Non è fatti una novità che alcune tinture per capelli abbiano al loro interno sostanze definite cancerogene. Sopratutto quelle che venivano utilizzate inizialmente e diversi anni fa. Proprio da questo sono partite tutte le ricerche scientifiche che evidenziarono come una tintura per capelli scura poteva in qualche modo aumentare il rischio di cancro.  Se bene, come sappiamo , non conosciamo quale sia il fattore scatenante di una malattia come questa che può insorgere anche in chi segue una vita regolare e sana, si era però riscontrato un certo collegamento tra i due fattori.

Attualmente le tinture in commercio vengono realizzate con prodotti differenti. E si cerca di produrli sempre con sostanze non nocive e che possano danneggiare il meno possibile.

La tinta per capelli non fa venire il cancro e non ne aumenta il rischio!

La conclusione perciò della comunità scientifica è che non c’è nessun rischio per chi ama tingersi i capelli!  Le sostanze utilizzate ad oggi sono meno aggressive, esistono poi tinture per capelli naturali ed anche ipoallergeniche da poter utilizzare in alternativa alle classiche tinte da supermercato.

In questi casi è sempre bene rivolgersi ad un parrucchiere di fiducia, sarà sua premura guidarvi verso il tipo di tinta più adatto ai vostri bisogni e alle vostre esigenze.

GMT

La funzione vocale è limitata a 200 caratteri

Opzioni : Cronologia : Opinioni : Donate Chiudere